VIAGGIO E VOLONTARIATO IN HONDURAS MARZO 2009

Anche quest’anno il Dott. Stephen Cavallino, unitamente ai medici americani della Fondazione Hackett Hemwall, presterà attività di volontariato nelle aree più povere dell’Honduras. Nel mese di marzo metterà quindi tutta la sua esperienza e la sua professionalità a disposizione delle popolazioni più sfortunate del paese centroamericano, offrendo ai pazienti sofferenti di dolori cronici dell’apparato muscolo-scheletrico il valido trattamento della Proloterapia.

h

Ogni anno la Fondazione Hackett Hemwall organizza unitamente ad un gruppo di medici volontari, infermieri ed assistenti un viaggio in Honduras. Del gruppo di lavoro fanno parte prestigiosi insegnanti esperti di Proloterapia, medici selezionati da tutti i paesi del mondo che desiderano specializzarsi in questo tipo di terapia del dolore, infermieri ed assistenti che collaborano attivamente in questa importante attività di volontariato, finalizzata principalmente nell’aiuto e nell’assistenza alle popolazioni meno fortunate e bisognose di cura nel paese centroamericano. In Honduras l’attività della Fondazione Hackett Hemwall è presente ormai da tempo, potendo disporre di cliniche specializzate in tre importanti città come La Ceiba, Tela ed Olanchito. Le cliniche rappresentano un’importante punto di riferimento per le popolazioni locali ed è significativo il fatto che molti dei pazienti raggiungano gli ambulatori medici camminando per giorni interi oppure viaggiando per ore a bordo degli autobus pubblici. La Fondazione Hackett Hemwall è presente in Honduras dal 1969, e proprio grazie all’importante attività svolta nel paese si è gradualmente sviluppato un amichevole rapporto con le popolazioni locali.
Oggi possiamo affermare che grazie all’impegno del personale presente sul posto, agli assistenti locali, che aiutano e collaborano nella promozione, registrazione e traduzione, e soprattutto grazie alla collaborazione di importanti realtà come la croce rossa, le cure fornite dalle cliniche risultano estremamente efficaci e di elevata qualità. Anche quest’anno i volontari della Fondazione Hackett Hemwall daranno quindi il loro grande contributo. Le giornate di lavoro saranno intense ed impegnative, sveglia al mattino presto per la riunione dei gruppi di lavoro, trasferimento alle cliniche dove verrà prestata l’assistenza ai pazienti che saranno presenti sin dalle prime ore della giornata. Tutti i pazienti saranno successivamente registrati e visitati dai medici per determinare e stabilire le condizioni fisiche e patologiche per l’eventuale trattamento di Proloterapia. Tutti i trattamenti saranno effettuati da medici esperti, con la presenza di colleghi tirocinanti che assisteranno ed osserveranno l’attività . Il lavoro dei volontari proseguirà sino al tardo pomeriggio dopodiché il personale sarà impegnato nelle pulizie dei locali per renderli pronti per la giornata successiva. Dopo la cena il gruppo di lavoro ed il personale medico proseguirà l’attività con meeting e riunioni sulla terapia della Proloterapia. Un’opera di volontariato significativa ed importante che mette in risalto l’impegno e la grande passione di persone generose e medici professionalmente preparati.

Per ulteriori informazioni visita:

topmenu3