Il paziente viene prima di tutto valutato mediante un colloquio con il medico, nella circostanza vengono attentamente esaminati i disturbi con valutazioni degli esami e delle radiografie. Verrà accuratamente spiegata ed illustrata cos’è la “proloterapia” e tutto ciò che ne riguarda. Infine il paziente viene visitato dal medico che contestualmente illustra la strategia migliore per il risolvere il problema di salute.

Se faccio la proloterapia, cosa dovrò attendere nei giorni seguenti?

Qualche ora dopo l’infiltrazione con proloterapia, per l’effetto anestetico che svanisce il paziente può avvertire un peso o un dolore locale che può proseguire per qualche giorno (fase infiammatoria – durata di una settimana circa). Può raramente accadere che durante i giorni successivi al trattamento si possa avvertire un lievissimo stato di vertigini (ipertono vagale) .

Se ho tanto dolore posso prendere un aspirina?

Chi esegue la proloterapia verrà rigorosamente istruito di NON assumere farmaci anti-infiammatori compreso l’aspirina (Aspirina, Voltaren, Brufen, Aulin, Moment, Novalgina, ecc) durante il periodo di 2-3 settimane. In caso di dolore vengono invece consigliati farmaci analgesici (Efferalgan, Tachiprina, Contramal ecc) . 

Se non mi sento bene per niente nei giorni successivi, cosa devo fare? 

Chiamare subito il nostro centro per parlare con il medico. Altrimenti essere valutato dal medico curante.